Dal seme alla piantina

PROGETTO ORTO

“C’era una volta un seme piccolino,

che faceva un sonnellino,

poi la pioggia l’ha innaffiato

e il sole l’ha scaldato,

così piano piano è cresciuto

e una piantina è diventato..”

Con la fine delle attività didattiche abbiamo deciso di proporre l’orto ai minori in casa-famiglia. Il progetto ha lo scopo di promuovere un percorso educativo attraverso la costruzione di un piccolo orto intorno Casa, con la finalità di valorizzare attraverso la “cura” l’origine della piantina a partire dalla semina. Infatti questo è un modo molto semplice per insegnare a “prendersi cura di” e avere la responsabilità di qualcosa.

Inoltre le esperienze, creando un orto, sono molteplici: la conoscenza della natura, il toccare con mano, sporcare le mani, osservare la diversa struttura dei vegetali, ma anche della terra, imparare come funziona il ciclo delle piante.

FINALITA’

Inizieremo partendo dalla semina di alcuni ortaggi e piante aromatiche di stagione per osservare, attraverso una tabella, il tempo che ognuno impiega per germogliare; una volta che i germogli sono apparsi, potremmo piantarli nel pezzo di terra che ha preparato il “nonno” per i minori. Impareremo i nomi degli attrezzi usati in campagna e li utilizzeremo.

Essendo il nostro primo orto, non daremo importanza al frutto ma all’osservazione della crescita della pianta, del cambiamento delle foglie di ciascun ortaggio man mano che crescono. I bambini, inoltre, vivranno l’esperienza di produrre da sé parte di ciò che li nutre.

OBIETTIVI

• Utilizzare e manipolare materiali naturali, quali acqua, terra, terriccio, semi, piante;

• Collaborare alla realizzazione dell’orto;

• Conoscere la vita del seme;

• Imparare le fasi della coltivazione, la semina nei vasetti, la preparazione del terreno, la raccolta;

• Confrontare le diverse varietà dei vegetali;

• Scoprire la ciclicità delle colture;

• Conoscere le parti della pianta;

• Conoscere le caratteristiche organolettiche degli ortaggi e erbe aromatiche;

• Utilizzo delle verdure raccolte nei nostri laboratori di cucina;

• Migliorare le relazioni e la collaborazione;

• Promuovere il senso di responsabilità attraverso l’accudimento dell’orto;

• Assumersi dei piccoli impegni, mantenendoli.

Abbiamo coinvolto anche il nonno che ci ha preparato lo spazio per poter piantare le nostre piantine. In un primo momento ci siamo dedicati alla semina degli ortaggi di stagione e delle erbe aromatiche, attraverso l’uso di vasetti e terriccio. Successivamente abbiamo piantato le piantine in un pezzo di terra vicino a casa. Ogni giorno, a turno, i bambini bagneranno dapprima i vasetti con i semi, successivamente il terreno con le piantine. Osserveranno che non sempre ci sarà un risultato positivo, poiché può capitare che i semi non germoglino o che la pianta muoia.

Utilizzeremo il nostro raccolto nel laboratorio di cucina.

MATERIALE

• piccolo terreno

• terriccio

• attrezzi quali zappe, palette, innaffiatoio, gomma dell’acqua, vasetti in plastica

• acqua

• semenze varie: bietole, pomodorino giallo, pomodoro rosso, insalata, basilico, prezzemolo, melanzane, ecc.

RISULTATI ATTESI

Per verificare il raggiungimento degli obiettivi prefissati, ci basiamo sulle osservazioni fatte dai minori in merito alle esperienze vissute. Si valuteranno la capacità di collaborare, l’acquisizione di conoscenze specifiche, l’utilizzo adeguato delle attrezzature, dei materiali. I bambini apprenderanno che tutto ha un’origine, una durata e una fine. Sperimenteranno l’importanza e il valore del prendersi cura di qualcosa che è vivo, ma anche l’esperienza che a volte anche prendendosi cura la natura decide da sé.